lunedì 20 ottobre 2014

Voglia di tradizione: sarde in saor.

Buon inizio di settimana a tutti voi!
Una settimana che si preannuncia molto, molto intensa per me.
Esattamente tra sette giorni dovrò affrontare l'esame finale del corso Tecniche di Base che sto frequentando presso l'Alma e lo studio si fa sempre più intenso.
Non so se sia una cosa positiva o negativa ma, per il momento, l'ansia non si fa sentire ed io spero vivamente che tutto andrà per il meglio :)
La mole di cose che sto imparando, tra tagli, pulizia e nozioni sugli alimenti è incredibile ed ogni giorno che passa mi sento sempre più fortunata ad essere qui, a Colorno.
Il fatto che questa mia prima esperienza "scolastica culinaria" stia per finire mi rende triste, contenta e "timorosa" allo stesso tempo.
Triste per mille motivi. In questo piccolo paese, dentro quella meravigliosa struttura, ho conosciuto persone fantastiche e, ora come ora, non riesco davvero a pensare al momento dei saluti.
So che non saranno addii e che sicuramente ci rivedremo (magari di nuovo qui, all'Alma) ma, in soli due mesi, ci eravamo così tanto abituate alla presenza l'una dell'altra che ora sarà difficile farne a meno.
Triste perché ho appreso mille cose e so che ne ho ancora altre mille da imparare ma non lo farò qui, in quelle due aule che ho amato e temuto allo stesso tempo.
Felice perché il mondo del lavoro, per la prima volta nella mia vita, è lì davanti a me ed io non vedo l'ora di entrarci.
Ed infine la paura. Paura perché varcherò quella soglia che ti fa diventare "grande" davvero e ti carica di altre responsabilità di cui prima avevi solo sentito parlare.
Però sono felice ogni giorno per ciò che faccio e per ciò che mi aspetterà e lo affronterò con tanto coraggio e un pizzico di paura, che male non fa mai.

Sarde in saor.



Ingredienti per 6 persone:

2 cipolle bianche 
500 gr di sarde
40 gr di uvetta
40 gr di pinoli
olio e.v.o. q.b.
sale q.b.
aceto 200 ml
vino bianco 200 ml
acqua 250 ml
sale 12 gr
zucchero 20 gr
farina q.b.
olio di semi q.b.

Per prima cosa mettete in una casseruola l'aceto, il vino bianco e l'acqua. Quando arriverà al bollore aggiungete sale e zucchero, spegnete e tenete da parte.
Mentre la vostra bagna raggiunge il bollore pulite le sarde: staccate la testa e apritele a libro facendovi strada con il pollice poi eliminate la spina dorsale sempre usando le mani.
Tagliate una cipolla ad anelli sottili (potete utilizzare una mandolina o farlo al coltello, devono essere sui 2 mm) ed un'altra a julienne.
Mettete a bagno l'uvetta e tostate i pinoli in una padella antiaderente senza grassi.
Fate scaldare abbondante olio di semi in una casseruola e, mentre aspettate che diventi caldo, impanate le vostre sarde nella farina.
Non appena l'olio sarà pronto friggetele fino a che non diventeranno dorate.
In una padella ponete un due cucchiai d'olio, aggiungete le cipolle a julienne e fate soffriggere leggermente.
Unite tre cucchiai abbondanti della bagna che avevate preparato all'inizio, i pinoli tostati e l'uvetta strizzata.
Cuocete fino a che la bagna non si riduce.
Una volta fritte le sarde friggete anche gli anelli di cipolla e scolate il tutto su carta assorbente.
In una pirofila ponete gli anelli di cipolla fritti, al di sopra le sarde e coprite con cipolle, uvetta, pinoli ed il loro sughetto.
Coprite con carta stagnola e lasciate riposare una notte in frigorifero.



Tiratele fuori dal frigo 15 minuti prima di servirle.



Buona settimana e buon appetito,
Valerie :)


16 commenti:

  1. Che bello, non c'è nulla di più bello che imparare ogni giorno cose che ci piacciono !! In bocca al lupo per l'esame imminente anche se non ne avrai bisogno:)
    Buonissime le sarde in saor, le prendevo spesso a Venezia!
    Un bacio, Laura

    RispondiElimina
  2. Ciao!In bocca al lupo per l'esame finale allora!!!
    Adoro le sarde...ma questa ricetta mi è nuova...devo provarla!
    Un bacio e buon lunedi
    Raffa

    RispondiElimina
  3. CHE BEL CORSO STAI FACENDO, T'INVIDIO UN PO'!!!!!IN BOCCA AL LUPO PER L'ESAME!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Uhhhh ma che buone!!!!!!!!!! devo provare a farle pure io quanto prima... un bacio e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  5. complimenti per la bellissima esperienza e in bocca al lupo per l'esame:)))
    complimenti inoltre per questa meravigliosa ricetta: io adoro tutti i piatti a base di pesce e questo è assolutamente da provare, mi piace e mi ispira tantissimo:)))
    un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  6. Un'esperienza gratificante ed arricchente, Valeria!
    Grazie per questo piatto dal profumo di mare! Succulentissimo!!!
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  7. Ciao Valeria, che meravigliosa esperienza stai vivendo, non solo perché impari proprio quello che ami, ma perché hai conosciuto tante persone. Il blog ha cambiato aspetto non solo per la grafica, ma le foto e il modo di presentare i piatti, c'è qualcosa di nuovo e di molto elegante. Le ricette sono molto invitanti ma questo non è cambiato, eri già brava anche prima :) Un bacione

    RispondiElimina
  8. In bocca al lupo per tutto, cara Valeria! Sei stata fortunata a poter vivere un esperienza come questa e a conoscere tante belle persone. Andrà bene, vedrai! Sei brava e si vede ;)!
    Bel piatto, potrei mangiare all'infinito!

    RispondiElimina
  9. In bocca al lupo Vale..io tifo x te ^_*

    RispondiElimina
  10. In bocca al lupo!
    Questo piatto mi fa venire fame anche a quest'ora...
    Ciao
    Tiziana

    RispondiElimina
  11. In bocca al lupo!! e complimenti per quest piatto, spiegato e presentato molto molto bene!
    un bacio

    RispondiElimina
  12. In bocca al lupo per l'esame! Piatto delizioso un bacio :))

    RispondiElimina
  13. Forza Valeria, quello che stai facendo è davvero importante per te e per il tuo futuro! La scuola dell'Alma mi ha incantata, anche se ci sono stata solo un giorno...vedrai che andrà tutto bene, intanto tendo le dita incrociate per te!

    RispondiElimina
  14. è meraviglioso poter fare un'esperienza come quella che stai facendo tu!!! bravissima e mille auguri!!!! ottimo piatto , buono e ben presentato!!!

    RispondiElimina
  15. SwagBucks is a very popular get-paid-to website.

    RispondiElimina
  16. Come and see how THOUSAND of individuals like YOU are making a LIVING by staying home and are fulfilling their wildest dreams TODAY.
    CLICK HERE TO START NOW

    RispondiElimina

Lasciate un commento, mi fa piacere sapere la vostra opinione :)